venerdì 27 luglio 2012

Comfort_noise versus Boss Artiglio - scontro finale

On air:

Arrivo al laboratorio dove lavori. Il laboratorio in cui ti trovi quando non sei in giro per uno dei tuoi importanti incarichi. Il laboratorio dove ti trovi quando non ti fai trovare al ricevimento studenti. Entro nell'edificio, e, senza curarmi della segretaria che continua a chiedermi chi sono e dove sto andando, raggiungo la tua stanza. Fisso in un attimo d'esitazione quella porta blindata, nella quale può entrare solo chi è un pezzo grosso come te, o chi ti lecca accuratamente i piedi. Busso con delicatezza. Dall'altra parte della porta arriva un infastidito "avanti". Apro la porta e spiego chi sono. Spiego con gentilezza come mi hai messo i bastoni tra le ruote. Come hai dimostrato di essere ignorante. Come hai dimostrato di essere chiuso di mente. Come sei stato intimidatorio. Come sei stato la ciliegina sulla torta di un anno di sofferenze nelle speranze. Ora ti chiederai cosa te ne importa, tanto tu sei già in alto. Siedi sulla poltrona di pelle e il tuo dito ormai raggrinzito continua a premere il touch-screen di iPhone, tablet o chissà quale altro aggeggio elettronico che ti hanno regalato solo perché pensano che sei importante. Alzando la voce ti dico che oggi sono venuto qui per farti sapere che non è per tutti una questione di quanti aggeggi elettronici possiedi, o quali incarichi lavorativi ricopri. Per fortuna. E per questi motivi, per me vali poco e nulla, e non è finita qui...

Poi il clacson di un'auto ha interrotto il mio vaneggiamento. Mi ero allontanato troppo dal marciapiede mentre stavo fissando il covo del malefico Boss Artiglio, dal lato opposto della strada.

2 commenti:

  1. Ciao Comfort, però quando avrai completato i tuoi studi in Svezia puoi sempre mandargli una cartolina ;) Capirà?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo! Anche se non sono sicuro che capirà ;)

      Elimina